Progetti di ricerca: nuove direzioni

martin-adams-V75YEqJp4pE-unsplash

L'innovazione
è trainata dalla ricerca

Nuove direzioni

Ogni tanto è opportuno andare oltre l’esigenza del mercato ed esplorare nuove direzioni in modo libero ed accompagnati da menti brillanti che abitano le Università ed i Centri di Ricerca in Italia ed all’estero.

Siamo stati coinvolti in molti progetti ed ambiti diversi: piattaforme IoT per l’integrazione di dispositivi eterogenei ed il controllo ambientale, sistemi per la personalizzazione adattativa, algoritmi per il sentiment analysis, metodi per la misurazione del livello di incertezza in un testo medico, piattaforme per la progettazione della didattica nelle scuole, e molto altro.

Se sei un’azienda che pensa di attivare un progetto di ricerca e ti serve un partner per le soluzioni digitali: contattaci.


DEPIT - Metodo didattico e Software applicativo

AMBITO E DURATA
ERASMUS+, durata 3 anni: 2017 - 2020

PARTNER
Università di Macerata (Lead Partner), Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, University College London, Universitò di Siviglia, infoFactory.

ATTIVITÀ DI RICERCA
Sviluppo e l’implementazione di una metodologia didattica e di un software applicativo (DEPIT APP) disegnato a partire dalle esigenze e dai bisogni dei docenti che sperimentano la metodologica, per rendere la progettazione didattica un sapere – strumento utile sia all’insegnante nella pianificazione generale e quotidiana del proprio lavoro d’aula, sia agli studenti per avere un quadro d’insieme chiaro rispetto al proprio percorso di apprendimento.
La complessità dei contesti presenti, improntati al paradigma della mobilità, richiede uno strumento flessibile, modificabile in situazione, in base alle continue regolazioni e revisioni che avvengono durante l’azione didattica, ed alla ristrutturazione necessaria nel momento in cui si riflette, a posteriori, sull’azione stessa.

La App permette di progettare la didattica in modo visivo tramite un Graphic Organiser (una struttura grafica), visualizzabile con la LIM e utilizzabile e modificabile in classe.

RISULTATI

È stata realizzata un'applicazione interattiva per Windows, MacOS, Linux, iOS e Android. L'applicazione permette di progettare la didattica e supportare l'attività di docenza in aula anche con la partecipazione attiva degli studenti se dotati di PC o Tablet o se presente una LIM. Attualmente il sistema è stato utilizzato da circa 330 scuole e oltre 1000 docenti che hanno creato oltre 7000 mappe di percorsi di apprendimento per diverse discipline.

LINK

Depit Project - Learning Design App

ricerca

Progetto Città Educante. (2014-2017)

infoFACTORY è partner del progetto Città Educante, finalizzato a innovare l'ambiente di apprendimento scolastico attraverso l'introduzione e l'applicazione di specifiche tecnologie informatiche. Città Educante vuole proporre nuovi approcci educativi, arricchendo e innovando metodi e strumenti, superando i sistemi classici e il tradizionale ruolo degli educatori. Prevede una formazione continua nel tempo (life-long learning) e nello spazio (scuola, ambienti esterni, tempo libero).


Smart Energy. Network of Excellence (2012-2014)

L’Università di Udine è stata Partner del Progetto di Ricerca Interreg IV Italia-Austria in cui si è studiato, progettato e realizzato un network di eccellenza composto da esperti, aziende e centri di ricerca che operano in otto diversi settori delle energie alternative. Sono stati utilizzati sistemi di Web Intelligence per analizzare le informazioni online e costruire una mappa delle competenze relative ai settori scientifici trattati nel progetto e riferite alle zone geografiche dell’Interreg Italia-Austria.

ricerca

Smart resource-aware multi-sensor network (2010-2012)

infoFACTORY ha partecipato al Progetto di Ricerca Interreg IV Italia-Austria in cui si è studiato, progettato e realizzato Smart Resource-Aware Multi-Sensor Network per l’identificazione di particolari eventi all’interno di un parco naturale (Hohe Tauern National Park). Gli eventi (come ad esempio la presenza, i movimenti e il comportamento di un gruppo di visitatori, il comportamento di un animale o la presenza di una situazione di pericolo) vengono identificati in modo visivo da telecamere intelligenti dotate di algoritmi di visione artificiale. I diversi eventi identificati nei filmati vengono successivamente descritti semanticamente attraverso opportune ontologie e memorizzati in un archivio XML. Le funzionalità di ricerca nell’archivio di specifiche parti di filmato corrispondenti a determinati eventi vengono supportate dalla struttura descrittiva delle ontologie.

ricerca2

SWEETHANOL. (2010-2012)

Diffusion of a Sutainable EU model to produce 1st generation ethanol from sweet sorghum in decentralised plants.
infoFACTORY ha partecipato come subcontractor al progetto di ricerca nell’ambito del Programma Intelligent Energy Europe II (IEE-II) per la realizzazione di una filiera europea per lo sfruttamento del sorgo zuccherino per l’ottenimento di biofuel. Sono state studiate e utilizzate tecniche di reperimento e analisi semantica delle informazioni online e strumenti di Knowledge Management 2.0 sviluppati da infoFACTORY e dal Laboratorio di Intelligenza Artificiale dell’Università di Udine per un’attività di scouting intelligente online e sintesi della conoscenza relativa all’intera filiera. Nel dettaglio infoFACTORY si è occupata dell'identificazione delle best practice, delle tecnologie, dei processi, degli esperti, delle linee di ricerca scientifica, delle aziende leader del settore e degli argomenti più discussi. È stata inoltre realizzata una community online a supporto della creazione di un network europeo di esperti e di una filiera produttiva.


infoBC. (2009-2010)

L’Università di Udine è stata partner del Progetto di Ricerca Informatica e Web per i Beni Culturali: servizi innovativi mobili e 3D per il Turismo Culturale, finanziato dalla Regione FVG (L.R. 26/2005 art. 23). Obiettivo generale del progetto era la creazione di un Sistema Informativo Territoriale rivolto a incrementare l’offerta turistica, promuovendo lo sviluppo della cultura, della conoscenza del patrimonio artistico e del territorio regionale a livello locale, nazionale e internazionale.

In particolare il progetto ha comportato la realizzazione di una soluzione Web concepita come un “sistema aperto” con:

capacità di personalizzare i risultati sulla base dei profili degli utenti;

possibilità di fornire ai visitatori di musei, siti archeologici e beni storico-artistici, sparsi sul territorio, informazioni localizzate e contestualizzate tramite i dispositivi mobili di loro proprietà (telefoni cellulari, smartphone e palmari);

capacità di utilizzare sistemi integrati laser scanning/fotogrammetrici e topografici per il rilievo di monumenti e la realizzazione di modelli 3D fotorealistici e interattivi, che permettono di effettuare percorsi virtuali di approfondimento nello spazio e nel tempo;

integrazione di sistemi Web 2.0 per la partecipazione attiva degli utenti nella valutazione dei contenuti, creazione e scambio di percorsi tematici, creazione di nuovi contenuti.

infobc

TRI-ICT. (2008-2011)

L’Università di Udine è stata partner del Progetto di Ricerca Interreg IV Italia-Austria per lo studio dei bisogni in campo ICT di Lead User nei settori E-Health, Home Automation e Smart City, Renewable Energy, Tourism, Transport & Logistic.
Il progetto era finalizzato a:

identificare le tendenze di mercato e le opportunità di cooperazione transfrontaliera tra lead users a supporto dei partenariati fra PMI.

accrescere la consapevolezza, le opportunità di networking e la comunicazione fra gli attori dell’ecosistema interregionale nei settori target dell’ICT attraverso la condivisione di metodi e strumenti di successo, standard di gestione dei flussi di lavoro, portali web, reti, database, template, ecc.

sperimentare e innovare i servizi di supporto alle PMI attraverso la formazione dei formatori.

elaborare proposte politiche, iniziative e piani di intervento congiunti per accelerare l’innovazione e aumentare la competitività nell’area Programma, sostenendo l’integrazione delle PMI in cluster di ricerca e sensibilizzandole sui potenziali benefici di ricerca, networking e formazione avanzata.


Domotica FVG. (2011)

Il Laboratorio di Intelligenza Artificiale del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Udine è stato coinvolto da Area Science Park TS in un incarico di ricerca per lo studio la progettazione e la realizzazione di una piattaforma software per l’integrazione di tecnologie domotiche eterogenee. Le attività di ricerca hanno riguardato in particolare:

1. la review della letteratura relativa alle tecnologie e piattaforme software per la domotica;

2. lo sviluppo di un’architettura software originale;

3. la definizione di un nuovo linguaggio di modellazione degli ambienti e di controllo dei dispositivi;

4. lo sviluppo di un reasoner per permettere all’ambiente di reagire in modo intelligente a determinate condizioni segnalate dai sensori;

5. una serie di gateway per la comunicazione con dispositivi basati su tecnologie di comunicazione eterogenee.

6. Il prototipo ha integrato tecnologie domotiche di CRS/VIMAR e telecamere VIDEOSYSTEM dotate di sistemi di visione artificiale per il riconoscimento di specifici eventi.

ricerca4

Open WaterBike. (2008)

Progetto di ricerca del Laboratorio di Ingegneria Gestionale (Dip.to di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica – Università di Udine) per l’utilizzo di tecnologie Web al fine di realizzare nuovi strumenti software online per gestire una community di utenti partecipanti a nuovi processi di innovazione e co-creazione di uno specifico prodotto secondo i principi dell’Open Innovation.


Equal IT-G2-FRI-009/2 (Equal II fase – Mobilità e Conoscenza – Azione 2). (2006-2008)

Progetto di Ricerca nel cui ambito l’Università di Udine ha progettato e realizzato un meta motore di ricerca in grado di (i) monitorare specifici siti Web contenenti informazioni sull’offerta didattica regionale, (ii) estrarre specifiche informazioni mediante tecniche di Web Screen Scraping ed Information Extraction, (iii) analizzare le informazioni non strutturate, (iv) strutturarle in uno specifico data base al fine di fornire un efficace servizio di ricerca.


Osservatorio ICT. Polo ICT – IAL FVG (2006-2007)

Progettazione e realizzazione di un osservatorio online per la rilevazione dei fabbisogni formativi del settore ICT e identificazione delle figure professionali ICT più richieste.


ICT for EU-India Cross Cultural Dissemination. (2004)

L’Università di Udine ha partecipato in qualità di partner al progetto di ricerca nell’ambito del EU-India Economic Cross Cultural Program. Il progetto era finalizzato alla costruzione di network per lo sviluppo di collaborazioni tra le Università, i Centri di Ricerca e PMI/SME della Comunità Europea e dell’India. Nell’ambito del progetto è stata progettata e sviluppata E-Dvara (E-Contents Platform for Heritage and Science), una piattaforma software per l’archiviazione del materiale storico artistico caratterizzata da una forte capacità di personalizzare le strutture di archiviazione dei dati e di presentare i materiali digitali archiviati in modo personalizzato anche attraverso musei virtuali in 3 dimensioni ed utilizzando anche dispositivi mobili.

edvara

INDICO: Integrated Digital Conference. (2003-2004)

L’Università di Udine è stata partner del Progetto di Ricerca nell’ambito 5° Programma Quadro UE-5PQ-IST. Il progetto ha riguardato lo studio e la realizzazione prototipale di un sistema software per la gestione delle conferenze. In particolare, il sistema è in grado di acquisire materiale multimediale e convertire in testo quanto acquisito da sensori audio (l’intervento di un relatore) e video (la ripresa delle slide presentate). Il materiale multimediale viene sincronizzato con il testo ottenuto. Sistemi di analisi del testo del Laboratorio di Intelligenza Artificiale dell’Università di Udine permettono di effettuare interrogazioni in linguaggio naturale ed ottenere la parte di filmato relativa all’argomento richiesto.


MACSI-NET, Mathematics, Computing, Simulation for Industry. (2002)

L’Università di Udine è stata partner del Progetto di Ricerca nell’ambito del 5° Programma Quadro UE-5PQ-IST. MACSI-net, è una rete di eccellenza della Comunità Europea volta a promuovere l’impiego di modelli matematici e computazionali e di simulazione, in ambito industriale. Nell’ambito del progetto il gruppo di ricerca del Laboratorio di Intelligenza Artificiale dell’Università di Udine ha sviluppato ifEXPERT un sistema di analisi concettuale del testo e di match making automatico in grado di:

1. analizzare il curriculum, i metadati, le pagine web descriventi le competenze di ciascun esperto appartenente al network di eccellenza;

2. costruire una rete semantica descrivente le competenze identificate;

3. analizzare il testo in linguaggio naturale descrivente specifici problemi del settore industriale;

4. effettuare un match making automatico per identificare gli esperti in grado di affrontare il problema.


TIPS. Tools for Innovative Publishing in Science (2001-2002)

L’Università di Udine è stata partner del Progetto di Ricerca nell’ambito del 5° Programma Quadro UE-5PQ-IST. Il progetto ha riguardato la progettazione e valutazione di sistemi per la Personalizzazione dei Contenuti Web per l’editoria elettronica.